Homepage
    
Chi siamo
Gruppo dirigente
Attività promosse
Articoli
News
Galleria foto
Forum
L'esperto risponde
Contatti

NEWS
“VISITA A VILLA FALCONIERI"
con la guida della docente dott.ssa Carla Benocci

SABATO 17 NOVEMBRE 2018 ore 10,30; i partecipanti dovranno raggiungere la destinazione con mezzo proprio, Appuntamento: davanti all’entrata della Villa, Viale Borromini, 5 Frascati, alle ore 10,15.

Quota di partecipazione: Soci e famigliari € 5,00. Altri € 10,00.

Prenotarsi tramite la mail lucaolivieri11@hotmail.it entro il 15 novembre

Cenni storici:
Villa Falconieri è la più antica delle 10 ville tuscolane, 6 delle quali si trovano a Frascati. Originariamente era chiamata villa Rufina, essendo stata costruita intorno al 1540 da monsignor Alessandro Rufini vescovo di Melfi. In seguito fu ingrandita da papa Paolo III intorno al 1546. Il cardinale Gian Vincenzo Gonzaga fu proprietario della villa -vendutagli nel 1587 da Mario Santi di Santafiori- che il prelato ampliò, fino al 1603.

Nel 1628 Orazio Falconieri acquistò la villa e commissionò il restauro a Francesco Borromini. La famiglia Falconieri rimase proprietaria della villa fino alla morte del cardinale Chiarissimo Falconieri avvenuta nel 1859.

Al progetto lavorarono importanti architetti come Antonio da Sangallo il Giovane e lo stesso Borromini. Gli affreschi all'interno sono opera di Pier Leone Ghezzi, Giacinto Calandrucci, Ciro Ferri, Nicolò Berrettoni ed altri ancora. Il parco è costituito da splendidi giardini all'italiana ampliati nel XVII secolo, con un piccolo lago circondato da cipressi costruito nel XVIII secolo. (NB Purtroppo essi negli ultimi 20 anni sono stati trascurati).

Nel maggio del 1907 la villa fu acquistata dal banchiere tedesco barone Ernest Mendelsshon-Bartholdy di Berlino, che ne fece dono al Kaiser Guglielmo II. Il 6 aprile 1911 il principe Guglielmo e la principessa Cecilie visitarono la villa e decisero di iniziare i lavori di restauro. Qui lo scrittore tedesco Richard Voss visse per 25 anni e scrisse alcuni romanzi quali Villa Falconieri (la cui traduzione in italiano, a cura di Agnese Nobiloni Toschi, è stata pubblicata nel giugno 2015 da Edizioni Empirìa), Febbre romana, Il figlio della Volsca ed altri. Egli chiamò la villa "la mia casa splendente": perciò villa Falconieri rimase sempre cara alla comunità tedesca di Roma.

Dal 2016 villa Falconieri è sede dell'Accademia Vivarium Novum, un'istituzione educativa volta allo studio, all'insegnamento e alla promozione delle lingue classiche (vi si parla in latino e greco antico). E’ grazie al Rettore dell’Accademia, il Prof. Luigi Miraglia, insigne latinista, che possiamo visitarla.

Indicazioni stradali: dal GRA prendere la Tuscolana verso Frascati; dopo c. 9 km, arrivati in cima alla salita si va a destra per V.le Vittorio Veneto e si arriva a Frascati, P.le Marconi; salendo leggermente, alla fine del piazzale si gira a sinistra e si imbocca via Catone; seguire poi la mappa allegata
8/11/18 -