01
Apr

Ruellia graecizans Backer

Domanda: Seconda immagine

Postata da: gipsy
Risposta di: Dott. Ugo Laneri

Approfitto per consigliare a tutti di tenere un diario dei fatti più importanti di ogni pianta coltivata, segnando subito i dettagli dei nuovi acquisti e di eventuali decessi. La foto ritrae Ruellia graecizans Backer (sinonimi: Ruellia amoena Nees, R. brevifolia ecc.), della fam. Acanthaceae (ordine: Lamiales). Questa è un’ampia famiglia di c. 250 generi e almeno 2500 specie soprattutto tropicali, in forma di piante erbacee o suffruticose o lianose, raramente arboree. Le foglie sono opposte ed i fiori ermafroditi, talvolta impollinati dai colibrì. La forma, grandezza e colore dei fiori di molte specie sono estremamente variabili e decorativi, e così spesso anche le brattee, per cui le Acantacee sono ben presenti tra le piante ornamentali, ma data la loro origine, relativamente poche sono le specie adatte ai nostri giardini. In misura maggiore ed in aumento sono invece quelle coltivate in vaso per interni (ad es. Aphelandra, Crossandra, Pachystachys, Ruellia per i fiori; Fittonia ed Hipoestes per le foglie). Alcune specie hanno importanza come piante medicinali e per l’estrazione di coloranti. Il notevole genere Thunbergia comprende centinaia di specie; nelle zone più miti o negli angoli più riparati di Roma o nel Sud è possibile coltivare a terra la spettacolare, invadente e lianosa Thunbergia grandiflora (che spesso ricopre interi alberi) ed altre specie di questo genere, come la singolare T. mysorensis e la T. alata (detta anche “Susanna dagli occhi neri” per il centro del fiore di colore nero che spicca sulla corolla gialla o arancione). Coltivabile senza problemi a Roma è Justicia brandegeeana (più nota come Beloperone guttata o “Shrimp plant” per la somiglianza dell’infiorescenza con un gamberetto) e Odontonema; Justicia è un ampio genere comprendente ora anche Jacobinia, di c. 600 specie. Capostipite della famiglia è Acanthus (l’Acanto) di cui A. mollis, utilizzabile nelle zone ombrose per le decorative foglie ed infiorescenze, ha fatto da modello ai Romani per i capitelli “corinzi”; il più spinoso Acanthus spinosus è stato preso come modello dai Greci. Il genere Ruellia (noto anche come Stephanophysum, Cyrtacanthus, Echinacanthus) comprende c. 150 specie diffuse in America, Africa, Asia, Australia, spesso con fiori molto decorativi. Ruellia graecizans ha fiori che assomigliano un po’ a quelli di alcune specie di Penstemon, appartenenti ad una famiglia affine (tradizionalmente Scrophulariaceae, ma nella moderna classificazione APG: Plantaginaceae). Ruellia g. è una perenne erbacea alta e larga c. 60 cm, adatta in Italia solo per giardini al mare o angoli molto riparati o interni luminosi. Originaria del Sud America, ha foglie lunghe fino a 20 cm, di colore vinaccia sulla pagina inferiore; ha fiori rosso scarlatto riuniti in mazzetti ascellari e prolungata fioritura in tarda estate-autunno. Il colore brillante dei fiori, lunghi c. 2,5 cm, spicca all’ombra e si associa bene con altri rossi come la Salvia splendens o S. miniata o con le piante tropicali a foglie decorative. Può essere coltivata in vaso (ma a terra esprime meglio il suo potenziale), resiste un po’ alla siccità, richiede un terreno drenato, pH subacido (5,5-6,5), annaffiature regolari facendo asciugare il substrato tra le annaffiature, concimazioni ricche di potassio. Esposizione ottimale: sole al mattino o sole filtrato (sotto un albero). Può essere attaccata da afidi e cocciniglie, che possono essere combattuti con soluzioni blande da nebulizzare (un cucchiaio di sapone liquido ed altrettanto di alcol denaturato per litro d’acqua) o con vari insetticidi, come il Confidor. Un substrato troppo umido può favorire l’attacco di funghi, a cui si può far fronte migliorando il drenaggio e diminuendo l’apporto di acqua ed usando fungicidi ad ampio spettro (provando prima con lo zolfo solubile, più ecologico). 

Leave a Reply

You are donating to : Greennature Foundation

How much would you like to donate?
$10 $20 $30
Would you like to make regular donations? I would like to make donation(s)
How many times would you like this to recur? (including this payment) *
Name *
Last Name *
Email *
Phone
Address
Additional Note
paypalstripe
Loading...