Homepage
    
Chi siamo
Gruppo dirigente
Attività promosse
Articoli
News
Galleria foto
Forum
L'esperto risponde
Contatti

IN EVIDENZA

NOTIZIARIO n.19 Novembre 2016

LAVORI DI Novembre
Nel mese di novembre arrivano i primi freddi e le prime gelate già ad ottobre avrai riparato per tempo le piante che non tollerano il clima invernale.

A novembre la natura rallenta molto il proprio ciclo vitale ed i nostri lavori devono tenere ben in mente il rispetto di questa situazione.

Iniziamo con le nostre piante ed i nostri fiori, i cespugli e le aiuole

A novembre è ancora possibile piantare numerosi cespugli, arbusti ed anche siepi a foglie caduche.

Mentre e0 il momento giusto per rimuovere tutti i fiori estivi annuali, rincalzare i cespugli e le rose (senza per ora potarle) con del fogliame.

I tuberi delle dalie e dei gladioli vanno estratti, lasciati seccare e poi riposti in una cassetta con della sabbia umida per tutto il periodo invernale.

Possiamo coprire le piante perenni con un miscuglio di torba e, se lo abbiamo, di compost.

Il nostro prato ha bisogno di noi e delle nostre cure per passare indenne l’inverno ed avere una buona ripresa vegetativa primaverile: la pulizia e la rasatura del tappeto erboso saranno i primi interventi.

Eliminare per l’ultima volta le erbe infestanti e eliminare sassi e foglie: queste ultime in particolar modo, se lasciate dove sono potrebbero soffocare l’erba, con conseguente proliferazione di funghi e parassiti.

A questo punto, quando il terreno è asciutto è utile arieggiare il prato praticandovi dei fori con lo strumento apposito o semplicemente con una forca.

Infine è necessario eseguire una buona concimazione alcuni consigliano di effettuare più interventi con piccole dosi di fertilizzanti organici, come ad esempio lo stallatico, il sangue di bue, il guano o la cornunghia.

Nell’orto e gli alberi da frutto


È il momento di rivoltare i terreni pesanti con una buona aratura.

È buona norma dare, in questo periodo, una mano di calce per protegge i tronchi dalle fessure causate dal gelo. mentre non è ancora giunto il momento di iniziare le potature per le quali è necessario attendere che le piante abbiano perso le foglie. In questo periodo è bene anche eseguire un trattamento con la poltiglia bordolese su tutte le piante da frutto.

Se avete la necessità di acquistare una nuova pianta da frutto da piantare nel giardino aspettate che perda tutte le foglie e procedete al trapianto subito dopo l’acquisto.

La pianta che consiglio è quello giovane di uno o due anni a radice nuda, ricordarvi di verificare sempre che l’apparato radicale sia integro e abbondante, con poche radici principali grosse e molte secondarie più sottili.

I nostri attrezzi vanno tutti puliti e una volta asciutti vanno riposti in ambiente non umido, gli attrezzi a scoppio prima di riporli vanno svuotati dal carburante, puliti e asciugati.

Particolare attenzione va posta ai nostri tubi di gomma per innaffiare, questi vanno svuotati dall’acqua residua, possibilmente asciugati e riposti in ambiente dove non geli o si bagnino con la pioggia.

Calendario lunare di novembre 2016
Fasi della Luna
Luna nuova 30 ottobre 2016 18:39:53
Primo quarto 7 novembre 2016 20:52:48
Luna piena 14 novembre 2016 14:53:38
Ultimo quarto 21 novembre 2016 09:34:58
Luna nuova 29 novembre 2016 13:19:35
Primo quarto 7 dicembre 2016 10:03:58

Comunicazioni della Associazione
A fine mese termina la possibilita’ di inviare le vostre foto per partecipare al concorso Fotografico. Non perdete tempo ed inviatele subito.

Vi ricordo che ogni concorrente potrà presentare una unica foto scelta tra le più belle che avete scattato. La foto, dovrà essere inviata all’indirizzo mail: concorsi.ass.agir@gmail.com indicando nell’oggetto: “foto per concorso da “nome cognome”. Es: Foto per concorso, da Luigi Rossi.
Le foto dovranno avere un titolo suggestivo (non basta scrivere ad es. ape e Fiore di Bougainvillea)

Martedì 8 Novembre hanno avuto inizio le seguenti attività dell’Associazione:
• Serie di “12 Seminari“ 2016-2017
• “CORSO TEORICO-PRATICO DI POTATURA E GIARDINAGGIO” 2016-2017


FIERE E MOSTRE e.....
Orte (VT) In Cantina
27 novembre 2016 e 4 dicembre 2016


Una delle principali manifestazioni della Tuscia dedicata al vino che si tengono per due domeniche invernali, vuole essere interprete delle più interessanti proposte enologiche e culturali del territorio. L'itinerario attraversa l'intero centro storico e consente, in una giornata, di visitare suggestive cantine del borgo, con la possibilità di degustare cibi e vini di alta qualità.
Ad ogni partecipante verrà consegnata una sacca portabicchiere, un bicchiere riserva degustazione ed un badge con l'itinerario del percorso.

Le tappe poi si susseguono ininterrotte, dall'aperitivo al dolce, attraverso un rigoroso abbinamento di vini. Ogni gruppo sarà accompagnato da una guida per tutte le nove tappe enogastronomiche e dai Sommelier dell'AIS. Non mancherà nel percorso anche la degustazione del buon olio.
Le Aziende di Orte riproporranno il Frantoio nella città, la spremitura delle olive dal vivo, quella antica alchimia capace di trasformare l'oliva in olio.
La manifestazione è organizzata dall'Associazione "The Grove" in collaborazione con la Pro Loco Orte, il Comune di Orte, la Provincia di Viterbo, la Regione Lazio e l'Associazione Romana Sommelier.

Orario percorso enogastronomico
(PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA)
Domenica 30/11 Domenica 07/12 Ingresso a gruppi dalle ore 11:30 alle ore 16:00
Prenotazioni: Dal 10 Novembre sono aperte le prenotazioni.
Tel. +39 331.34.40.225 [GIORNI FERIALI DALLE 18:00 ALLE 22:00]

Camaiore Lucca FESTA DI OGNISANTI
1e 2 novembre 2016


Camaiore ospiterà la tradizionale Fiera di Ognissanti. Le strade del centro storico si animeranno con i banchi dell’artigianato di qualità, del settore commerciale, di quello alimentare, delle opere dell’ingegno e dei prodotti per l’abitazione. Spazio anche al mercato degli animali e dei prodotti dell'agricoltura nella zona di Badia mentre in via delle Muretta, via Badia e piazza Romboni appuntamento con auto, veicoli commerciali e da lavoro. Molti gli eventi correlati a partire dalla 36 edizione della Rassegna Micologica organizzata dal gruppo “Giovanni Ghirlanda”.Nel 1437 il castello di Camaiore fu assediato e poi occupato dall'esercito fiorentino. Per cinque anni la nostra comunità fu governata dal Comune di Firenze che, per assicurarsi i favori dei camaioresi, fu prodigo di concessioni. Anche la Fiera di Ognissanti, detta anche dei Santi Simone e Giuda, fu istituita insieme a quella di San Marco per concessione dello stesso Governo Fiorentino, il giorno 15 ottobre 1441 come ci attesta la delibera consiliare del Comune di Camaiore "fiat bis mercatum in dicto comuni camaioris die Sancti Marci de mense aprilis et die Sanctorum Simonis e Jude de mense octobris". Ce lo conferma anche lo storico Bianco di Bianco nelle sue cronache, redatte agli inizi del XVI secolo "si concedeva di poter tenere un mercato libero da ogni gabella per la durata di 15 giorni, e due altre fiere, libere anch'esse da gabelle, una per la festa di Ognissanti e l'altra per S. Marco". Nei secoli successivi la Fiera continuò ad essere organizzata senza particolari interruzioni e, a oggi, può vantare un antichità di ben 575 anni.

FRASCATI ROMA FIERA DEI SAPORI
12 e 13 novembre 2016


PRODOTTI TIPICI DA GUSTARE NEL CENTRO STORICO DI FRASCATI
Il buono dei Castelli Romani si dà appuntamento in Piazza San Pietro a Frascati per un evento dedicato all’enogastronomia e alla tradizione. La Fiera dei Sapori è una festa del territorio e propone una selezione dei migliori prodotti enogastronomici dei Castelli Romani: prodotti di norcineria, frutta e verdura, dolci tradizionali, vini e tanto altro.
La Fiera dei Sapori è un’occasione per riscoprire alcuni dei più conosciuti prodotti tipici dei Castelli Romani, come la Porchetta di Ariccia IGP, il Pane Casereccio di Genzano di Roma e di Lariano, le castagne, già protagoniste della sagra di Rocca di Papa, accompagnati da prodotti meno famosi, proposti anche essi in degustazione. Bontà e curiosità, insomma, per festeggiare i sapori dei Castelli Romani.
L’ingresso alla manifestazione è gratuito, così come l’accesso al percorso formativo. Degustazioni: all’ingresso della manifestazione è possibile acquistare il voucher per una degustazione al costo di 5 euro. Ogni voucher acquistato dà diritto a una singola degustazione; queste ultime possono essere effettuate presso tutti gli stand che partecipano alla Fiera dei Sapori.

PERUGIA Fiera dei Morti
Dal 1 al 6 novembre 2016


Pian di Massiano, Piazza del Bacio e Centro storico
La Fiera dei Morti di Perugia è considerata la più grande e importante Fiera di Perugia. Risale all’epoca medievale e il suo nome era allora “Fiera di Ognissanti”, essendo stata collocata nel periodo di tale ricorrenza religiosa. Si inseriva in un ricco calendario di attività fieristiche e mercantili presenti in Umbria, in età medievale e rinascimentale. Solo a partire dal ‘600 la Fiera di Ognissanti verrà denominata “dei defunti”, mentre nell’800 prenderà il nome attuale di “Fiera dei morti”.
Attualmente, la Fiera si propone come un'enorme mercato, con più di 500 stands, dall'abbigliamento agli articoli per la casa, dai prodotti artigianali alla gastronomia, con la presenza - in particolare – dei prodotti tipici provenienti da diverse regioni italiane e l'artigianato di qualità delle città gemellate con Perugia.

LA PIANTA DEL MESE
LA CAMELIA SASANQUA
Questo mese voglio parlarvi in particolare della Camelia Sasanqua, ma molte notizie riguardano tutte le camelie:

Fanno parte del genere camelia (nome botanico Camellia), 80 specie di arbusti, sempreverdi la loro origine e’ quella asiatica (Cina, Giappone, Vietnam, India e Sri-Lanka).

La camelia ha foglie piuttosto piccole (3-11 cm) con forma ellittica dai margini dentati. Mentre la pagina inferiore è opaca e chiara, La pagina superiore è verde scura e lucida. Le camelie, se coltivate correttamente, possono raggiungere i 6-7 m di altezza. In Italia possiamo ammirare magnifici esemplari in due giardini botanici entrambi sul lago Maggiore; l’Isola Madre e il parco di Villa Taranto.

Abbiamo due gruppi di camelie suddivise secondo l’epoca della fioritura, le camelie a fioritura primaverile esempio Camellia japonica, la Camelia reticulata la Camelia tsaii, mentre tra quelle a fioritura invernale troviamo la Camellia sasanqua e, la Camelia sinensis (dalle cui foglie e boccioli si estrae il tè), ed altre di minore interesse.
La camelia sasanqua riempirà di fiori il vostro giardino nei mesi invernali tra novembre e gennaio, quando in giardino le altre piante sono già in riposo.

In genere le camelie a fioritura autunnale e invernale sono piante molto rustiche; tollerano il gelo (fino ai -12° C) e il caldo (35° C). Prediligono i climi miti e non eccessivamente secchi. La posizione ideale è la mezzombra, ma resistono abbastanza bene al sole diretto, al contrario delle camelie a fioritura primaverile, molto più sensibili al sole estivo.

La Sasanqua come tutte le camelie primaverili ed invernali, sono piante acidofile (pH compreso tra 5 e 6), prediligono il terreno boschivi, con terreno sciolto e ricco di sostanza organica.

Non prediligono terreni calcari (pH ≥ 8) ma resistono molto meglio delle camelie primaverili. Per aiutarle dobbiamo ricordarci di migliorare la struttura dei terreni argillosi e calcarei, con l’apporto di materiale drenante (argilla espansa, ghiaia, perlite, pomice) sul fondo della buca d’impianto, ed il terreno originario deve essere sostituito con un terriccio specifico per acidofile, oppure mescolando torba bionda (per 2/3) con la terra che avete trovato sul posto (1/3). Dopo aver messo a dimora la camelia, si aggiunge uno strato di pacciamatura di corteccia di circa 10 cm, da rinnovare ogni 1-2 anni, la biodegradabilità della corteccia, aumenta l’acidità nel terreno e limita la crescita di fastidiose piante infestanti.

Quando raccogliete gli aghi dei pini non gettateli via ma utilizzateli come pacciamatura per aumentare l’acidità del terreno intorno a queste piante.

La Camelia ama il terreno umido e in estate la pianta deve essere frequentemente irrigata, ma attenzione al ristagno idrico, perché letale per questo tipo di piante. È importante ed indispensabile, in fase di impianto prevedere un buon drenaggio.

La Camelia Sasanqua non ha bisogno di un’eccessiva concimazione con un terreno già ricco di macroelementi (Azoto, Fosforo, Potassio) potrebbero risultare quasi non necessario. Limitatevi una volta all’anno nel periodo di ripresa vegetativa (da marzo a giugno), a concimare la pianta utilizzando prodotti specifici per acidofile. I migliori sono quelli ricchi di sostanza organica (ad esempio cornunghia o guano).

Medesimo trattamento se coltivate la Camelia in vaso (terreno specifico per acidofile, sul fondo uno strato di pochi centimetri di argilla espansa, per favorire un efficace drenaggio, un substrato di torba e perlite, che andrà a comporre 1/4 circa del terriccio totale e rimanente di terra per acidofile). Come per le camelie in piena terra, si procede alla pacciamatura tramite corteccia di pino.

Le Malattie delle Camelie:
Come in tutte le piante, sono spesso letali in esemplari già sofferenti per altri agenti patogeni, oppure per cattiva esposizione, deficit o eccessi idrici, terreni non idonei per quel tipo di coltura, etc... Attenzione alla clorosi (ingiallimento delle foglie) e la filloptosi (perdita delle foglie) perché’ questa avviene anche in autunno, prima del riposo vegetativo, o semplicemente per rinnovare l’apparato fogliare, non sempre è facile capire se questi fenomeni siano riconducibili a processi fisiologici della pianta, oppure a malattie. Se a seguito della perdita delle foglie si verifica il deperimento di alcune porzioni della pianta, allora è probabile che la vostra camelia sia stata aggredita da un agente patogeno. Come tutte le camelie, anche la Sasanqua può soffrire di CLOROSI, le foglie appaiono gialle in aree più o meno vaste. La clorosi può essere causata da molti fattori:
• da carenze di ferro. È necessario somministrare soluzione di solfato di ferro oppure di chelati di ferro.
• Da terreno troppo calcareo. In questo caso, sostituite il terreno con terriccio specifico per acidofile, oppure è possibile acidificare un terreno utilizzando zolfo in polvere.
• Dall’attacco di alcuni funghi dannosi per le camelie. Ricorrere a fitofarmaci

Attenzione al sole diretto, nemico delle camelie, che può causare ustioni fogliari. Le foglie assumono una colorazione bruna o bronzea. Da non confondere con la comparsa di macchie necrotiche nere accompagnate da avvizzimento di giovani germogli che probabilmente indicano che la camelia è colpita da Antracnosi.

Questo agente patogeno è molto diffuso tra le camelie e colpisce soprattutto gli esemplari più giovani di 2-3 anni. Trattate nel periodo di riposo vegetativo (inverno) con prodotti a base di rame.

Vi riporto alcune indicazioni trovate su internet relative ai problemi che possiamo avere con le piante di Camelie:
Un problema facilmente riscontrabile sulle camelie e la caduta dei fiori, la pianta colpita da un fungo Ciborinia camelliae inizia a produrre macchie brune sui fiori che poi cadono. Questo fungo prolifera in ambienti umidi e in presenza di ristagno idrico. In questo caso, si può tentare di arginare la malattia con l’utilizzo di Procimidone, Iprodione, benzimidazolici, Triadimefon, anche se, allo stato attuale nessuno dei prodotti in commercio è completamente efficace contro questo fungo

Gli insetti che possono colpire una camelia sono gli afidi e le cocciniglie e l’oziorrinco, mentre per i primi due gli interventi sono quelli noti, a base di prodotti naturali, per l’ozorrinco che è uno degli insetti defogliatori più diffusi nei giardini, che colpisce una vasta gamma di specie vegetali. Provocando l’erosione a mezzaluna dei margini fogliari. Si può contrastare con trattamenti chimici, le larve possono essere debellate con principi attivi come il Carbosulfan (sistemico, entra per via linfatica nella pianta) oppure con il granulare Clorpyriphos, che rimane nel terreno per 2-3 mesi. Gli adulti si trattano con Acephate, Azinphos-methyl, Deltametrina etc.

Detti, Proverbi, Poesie Romanesche, E…
Seconda puntata del:
Il sampietrino a forma di cuore ("cuore di Nerone") riprendiamo il racconto con le indicazioni per trovare l’oggetto del nostro racconto, ed infine, l’ipotesi inaspettata raccontata dal carissimo amico Alessio Siniscalchi.

Chi di Voi ha trovato il sanpietrino in piazza San Pietro?

Ecco le indicazioni su come cercarlo:
“ A circa 10 metri dall'obelisco centrale, corre tutto intorno a disegnare un cerchio di marmo per terra la "Rosa dei Venti", cioè delle aree della piazza in cui è presente un disco più chiaro con l'indicazione della direzione geografica e del nome del vento corrispondente. Il nostro caro cuore di Nerone si trova nel riquadro del sud-ovest, cioè quello del "libeccio", cioè sul lato sinistro della piazza se guardate la facciata della basilica.

Ma che ci fa qui questo strano oggetto? Beh, questo è un vero mistero, però circolano a Roma alcune leggende al riguardo, anche se tutte davvero assai vaghe.

La prima leggenda ci racconta che fu Michelangelo a scolpire il sampietrino qui, a ricordo di un amore sfortunato. Una variante di questa leggenda ci dice che lo scolpì Gian Lorenzo Bernini, autore del magnifico colonnato che corre intorno alla piazza (colonnato di cui parleremo in un altro post), a simbolo che nella sua vita non trovò mai l'amore vero. Un'altra leggenda narra che fu scolpito da una donna, a ricordo dell'amore verso il marito condannato ingiustamente a morte.

Un'ultima leggenda narra che fu inciso tristemente da un soldato durante il discorso che Garibaldi tenne qui il 2 luglio 1849, prima di ripartire da Roma, sancendo così di fatto la fine della famosa "Repubblica Romana".

La cittadinanza romana, di cui orgogliosamente faccio parte, non finisce mai di stupirmi: chissà perché, ma un romantico cuore scolpito nel terreno ha suscitato nel popolo solo storie tristi!

Le nostre ipotesi:
Di solito nel nostro amato blog non vado mai al di là delle fonti, ma semplicemente le organizzo e le presento nel modo che credo migliore. Qui però le fonti sono veramente scarse, e questo sampietrino è un oggetto veramente misterioso ed interessante, per cui, con la preziosa collaborazione dell'amico esperto Andrea Rocchi di TalentoNellaStoria, faremo un piccolo viaggio insieme a voi su che cosa siamo riusciti a scoprire, e i nostri personalissimi risultati.

Il selciato fu fatto nella seconda metà del 1600, Michelangelo Buonarroti era già morto da circa 100 anni. Questo a discapito di una delle leggende, che quindi sembra davvero priva di qualunque fondamento.

Un fatto preliminare da dirsi è che il pavimento della piazza è stato rifatto varie volte, l'ultima nel 1936. In quest'ultima occasione sono stati anche sostituiti tutti i sampietrini preesistenti...tranne però quelli interni ai riquadri della Rosa dei Venti, probabilmente per la forma irregolare dei riquadri stessi. Infatti i sampietrini qui hanno un profilo molto più irregolare che nel resto della piazza, e il materiale è anche leggermente diverso. Sembra quindi che, in maniera incredibilmente fortunosa, il cuore di Nerone è anteriore al 1936, ma non c'è alcuna prova che sia uno dei sampietrini originali posati ai tempi del Bernini.

Un'altra ipotesi, per gli esperti di epigrafia latina, è che il cuore di Nerone sia in realtà il "riciclo" di una pietra più antica, che originariamente conteneva una scritta latina. Secondo questa ipotesi, il cuore va visto al contrario, e rappresenterebbe un' "hedera distinguens", cioè un simbolo che veniva usato come segno di interpunzione e a fine decorativo. Il problema di questa ipotesi è che il sampietrino è veramente grande rispetto alle normali scritte romane e troppo elaborato rispetto alle altre "distinguens" giunte fino a noi; inoltre non è inciso, ma in rilievo. In ultimo, il materiale non corrisponde a quello usato per le incisioni romane. Anche la strana linea che percorre al centro il cuore è abbastanza fuori luogo. L'ipotesi "hedera distinguens" è quindi scartata.

Un fatto c'è: il nostro misterioso oggetto è molto vicino al disco "sud-ovest" del Libeccio, nella Rosa dei Venti. Occorre sapere che tutta la disposizione del pavimento con la Rosa dei Venti fu opera nel 1817 dell'abate astronomo Filippo Luigi Gilij, autore fra l'altro anche di linee nel pavimento, nell'altro lato della piazza, che di fatto trasformano l'obelisco vaticano in una gigantesca meridiana. L'ipotesi è che, rimaneggiando tutto il pavimento, il nostro abate sia in qualche modo coinvolto nella posa del cuore di Nerone.

Detto ciò, cerchiamo informazioni sull'abate Filippo Luigi Gilij. Scopriamo che egli, oltre che astronomo, era anche un esperto naturalista, tanto che aveva creato anche una sorta di giardino botanico in Vaticano nel quale coltivava unicamente piante del Sud America. Sud America? Il disco del Libeccio, relativo al sud-ovest....qualcosa torna. Andiamo avanti.

L'abate aveva scritto, nel 1789, un libro di botanica: "Osservazioni fitologiche sopra alcune piante esotiche introdotte in Roma". Il libro è pieno di disegni di piante oramai comuni per noi ma assolutamente nuove per la sua epoca. In particolare un paragrafo è interessante, e descrive quello che l'abate battezza con orgoglio come il "solanum lycopersicum pyriforme", e correda il paragrafo con un disegno della pianta. L'abate ne parla con un certo entusiasmo, perché è il primo a coltivare questa pianta. Ma che pianta è?

Il "solanum lycopersicum" è il pomodoro! Questo è stato scoperto in Sud America, e viene coltivato in Europa proprio in quegli anni per la prima volta. L'abate descrive la specie "pyriforme", cioè quello di forma a pera, quello noto oggi come pomodoro "a peretta" o "a lampadina". Questa è una specie nuova, nota ancora oggi con il nome scientifico che ha coniato l'abate!

A questo punto ho confrontato il cuore di Nerone, rovesciato, con il pomodoro a peretta...e non riesco più a vedere il cuore. Ora vedo due pomodori penzolanti da un rametto centrale, inserito proprio nel riquadro della Rosa dei Venti che richiama, indirettamente, al Sud America.

...Tutto questo è solo una congettura, eppure non mi stupirei che le mattine di agosto-settembre, nel periodo indicato dall'abate come adatto per raccogliere i frutti, l'ombra dell'obelisco ricada proprio su questo sampietrino....

Arrivederci a Dicembre 2016
16/11/16 -


12 Seminari“ 2016-2017
Presso Fitel-Lazio, Via dei Serpenti, 35 -Roma
Seminari settimanali dalle 16,00 alle 17,30 - Giorno: martedì

PROGRAMMA:

8 nov 2016 – Seminario 1: Compostaggio domestico (Susanna Panicucci)

15 nov 2016 – Seminario 2: Coltivazione delle Camelie (Enrico Scianca)

24 nov 2016 Giovedì – Seminario 3: Coltivazione di bulbose e affini (Jindrich Shejbal)

29 nov 2016 – Seminario 4: Olio di oliva: nozioni di base ed analisi sensoriale (Paola Fioravanti)

6 dic 2016 – Seminario 5: Restauro del Giardino Segreto di Villa Borghese (Pier F. Malandrino)

13 dic 2016 – Seminario 6: Alberi notevoli a Roma (Paola Lanzara)

20 dic 2016 – Seminario 7: Liquori casalinghi: preparazione, proprietà, degustazione (S. Moretti)

10 gen 2017 – Seminario 8: Dai chicchi ai pani ed analisi sensoriale (Marco Greggio)

17 gen 2017 – Seminario 9: Gerani e Pelargoni (Tiziana Meluzzi)

24 gen 2017 – Seminario 10: Carnivore: biologia e coltivazione (Francesco Scuderi)

31 gen 2017 – Seminario 11: Stabilità degli alberi (Luca Loperfido)

7 feb 2017 – Seminario 12: Giardini giapponesi: arte, tecnica, evoluzione (Paco Donato)

Vengono privilegiati i “pacchetti” di 6 e 12 seminari, secondo il seguente prospetto:

SOCI ASS-AGIR 1 sem. 10€ - 6 sem. 45€ - 12 sem. 80€ - 24 sem. 140€

SOCI SOLO FITEL 1 sem. 15€ - 6 sem. 70€ - 12 sem. 110€ - 24 sem. 190€

Nuova iscrizione : € 50,00 (Ass-Agir per 2016 € 10; Ass-Agir + Fitel per il 2017 € 30+10)

Rinnovo iscrizione per gli iscritti del 2016: € 30,00 (Ass-Agir + Fitel per il 2017 € 20 + 10

L’iscrizione alla Fitel dà luogo alla copertura assicurativa infortunistica e di responsabilità civile contro terzi nei periodi di attività associativa.

La tessera Ass-Agir, iscrivendo un solo componente della famiglia, consente ai famigliari (coniuge, figli ecc…) di partecipare con le stesse modalità del socio iscritto, agli eventi organizzati dall’associazione (corsi, visite guidate di ville e giardini, passeggiate botaniche, gite, seminari, lezioni pratiche in campo ecc).

MODALITA’ DI PAGAMENTO:

I pagamenti si possono effettuare in contanti o tramite bollettino postale o bonifico.

Dati per il versamento. Beneficiario: Associazione "AMICI DEI GIARDINI ROMANI" oppure Ass-Agir

- bollettino postale n° c.c.99529786;

- bonifico IBAN IT44D0760103200000099529786

Inserire Cognome e Nome e la causale (esempi: rinnovo Ass-Agir + Fitel+12 Seminari; iscrizione Ass-Agir + Fitel + 12 seminari; etc.); si prega di confermare il versamento tramite mail.
23/10/16 -


“CORSO TEORICO-PRATICO DI POTATURA E GIARDINAGGIO” 2016-2017
(9 lezioni, 1 seminario, 2 lezioni pratiche in campo + 1 facoltativa)


Docente : Agrotecnico Renato Pavia – presso Fitel Via dei Serpenti, 35 – Roma
Inizio Corso: 8 novembre 2016 - Termine Corso: febbraio-marzo 2017
Lezioni settimanali dalle 17,30 alle 19,00 - Giorno : martedì

PROGRAMMA

8 novembre 2016 Lez 1 Il terreno e la nutrizione delle piante.

15 novembre 2016 Lez. 2 Potatura delle piante da frutto e ornamentali

24 novembre 2016 Giovedì Lez. 3 Potatura di allevamento delle piante da frutto e dell’olivo

29 novembre 2016 Lez. 4 Potatura di produzione delle piante da frutto e dell’olivo

6 dicembre 2016 Lez. 5 Riproduzione e moltiplicazione delle piante ornamentali e da frutto

10 gennaio 2017 Lez. 6 Laboratorio sugli innesti delle piante da frutto e ornamentali con ampie dimostrazioni delle tecniche di esecuzione.

17 gennaio 2017 Lez. 7 Coltivazione dell’orto famigliare e frutteto in terrazzo e in giardino.

24 gennaio 2017 Seminario Erbe spontanee per usi alimentari: raccolta , proprietà, preparazione (Dott. Franco De Santis)

31 gennaio 2017 Lez. 8 Malattie delle piante e difesa.


7 febbraio 2017 Lez. 9 Sommario e riepilogo delle lezioni svolte. Consegna attestato di partecipazione al corso.

25 Febbraio 2017 1a Lezione pratica in campo SABATO (Renato Pavia) Pratica di potatura e innesti presso Il Giardino dei Frutti Perduti, Via dei Martuzzi (zona Portuense, Roma)

Febbraio/marzo 2017 2a Lezione pratica in campo - Potatura rose presso il Roseto di Roma (Antonello Santelli) data da precisare, inviata richiesta di autorizzazione.

Giugno 2017 3a Lezione pratica in campo SABATO (EXTRA corso) (Renato Pavia). Controllo innesti e vegetazione. Potatura verde (estiva) delle piante da frutto e ornamentali (data da precisare)

Docenti :

Agrotecnico Renato Pavia, specialista in tecniche di coltivazione, potatura, moltiplicazione e difesa delle piante da frutto e ornamentali.

Dott. Franco De Santis, esperto di erbe spontanee commestibili ed etnobotanica.

Agrotecnico Antonello Santelli, del Roseto Comunale di Roma, esperto di rose e della loro cura

Numero minimo di partecipanti: 20

Costo del corso:

- € 120,00 compresa una dispensa a colori.

- Nuova iscrizione : € 50,00 (Ass-Agir per 2016 € 10; Ass-Agir + Fitel per il 2017 € 30+10);

- Rinnovo iscrizione per gli iscritti del 2016: € 30,00 (Ass-Agir + Fitel per il 2017 € 20 + 10).

L’iscrizione alla Fitel-Lazio dà luogo alla copertura assicurativa infortunistica e di responsabilità civile contro terzi nei periodi di attività associativa.

La tessera Ass-Agir 2016 iscrivendo un solo componente della famiglia consente ai famigliari (coniuge, figli ecc…) di partecipare con le stesse modalità del socio iscritto, agli eventi organizzati dall’associazione (corsi, visite guidate di ville e giardini, passeggiate botaniche, gite, seminari, lezioni pratiche in campo ecc).

Modalità di pagamento:

Può essere effettuato in un'unica soluzione o con un acconto di € 80,00 e saldo il giorno della 1a lezione.
I pagamenti si possono effettuare in contanti o tramite bollettino postale o bonifico.

Dati per il versamento:

Beneficiario: Associazione "AMICI DEI GIARDINI ROMANI" oppure Ass-Agir
- bollettino postale n° c.c.99529786;
- bonifico IBAN IT44D0760103200000099529786;
Inserire Cognome e Nome e la causale del versamento; si prega di confermare con una mail.

Per informazioni rivolgersi a:
presidenza: u.laneri@ass-agir.it cell. 3282130904; vice-presidenza/segreteria : info@ass-agir.it coordinamento: f.gennari@ass-agir.it; Sito www.ass-agir.it
22/10/16 -


prova
”camelia”/
18/10/16 -



VISITA ALLA VILLA DEI QUINTILI
con la guida della docente dott.ssa Carla Benocci

Domenica 2 Ottobre 2016 ore 09:20
Appuntamento: davanti alla Villa in Via Appia Nuova 1092.
Partecipazione gratuita, si chiede di prenotarsi inviando e-mail a
lucaolivieri11@hotmail.it

Cenni storici
Proprietà dello Stato solo dal 1986, la Villa dei Quintili era la più grande e fastosa residenza del suburbio romano. Il nucleo originario apparteneva ai fratelli Quintili, consoli nel 151 d.C. ed è stato ampliato quando la villa è divenuta proprietà imperiale con l'imperatore Commodo. Commodo amava risiedervi a causa della tranquillità della campagna e dei benefici dei bagni termali presenti nella villa. La villa si estende tra l'Appia Antica e la Via Appia Nuova ed è costruita attorno ad una grande piazza. Il nucleo edilizio più imponente è quello composto dagli ambienti padronali e per la servitù: un edificio circolare, una serie di stanze e le due grandi aule termali del calidario e del frigidario, alte quattordici metri, con ampie finestre e marmi policromi. Il complesso monumentale si affaccia a terrazze sulla campagna romana ed offre un panorama che ha ispirato nel tempo molti celebri artisti.
26/9/16 -



Testo Antico
t
14/9/16 -



Hibiscus Rosa Sinensis
t
13/9/16 -


2° Concorso fotografico Ass-Agir 2016


Art. 1 – TEMA DEL CONCORSO

Il tema del concorso è :

“Incontro tra il mondo vegetale ed il mondo animale”

Spesso questi due mondi si incontrano dandoci spettacoli unici ed affascinanti che cerchiamo di fissare nella nostra macchina fotografica.
Cerchiamo di catturare il momento particolare in cui i due protagonisti sono piu’ affascinanti ed il momento in cui la nostra suggestione viene maggiormente stimolata. Sono proprio questi fotogrammi che desideriamo partecipino al concorso e che speriamo numerosi riescano a trasmettere a tutti noi le stesse sensazioni ed emozioni che avete avuto.

Art. 2 – PARTECIPANTI

Il concorso è rivolto ai Soci e simpatizzanti dell' Associazione non professionisti di fotografia senza limiti di età.
Tutti i partecipanti attraverso l’invio delle foto alla mail concorsi.ass.agir@gmail.com dichiarano di conoscere ed accettare incondizionatamente il presente regolamento. La partecipazione al Concorso è gratuita.
I membri della giuria non possono partecipare al Concorso, ma possono inviare foto.

Art. 3 – MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Ogni concorrente potrà presentare una unica foto.

Le foto, dovranno essere inviate all’indirizzo mail: concorsi.ass.agir@gmail.com indicando nell’oggetto: “foto per concorso da “nome cognome”. Es: Foto per concorso, da Luigi Rossi.
Ogni foto deve avere un titolo suggestivo (non basta scrivere ad es. ape e Fiore di Bougainvillea)
Gli organizzatori non sono responsabili di eventuali disguidi nell’inoltro delle foto.

Art. 4 – CARATTERISTICHE DELLE OPERE

Ogni fotografia dovrà essere inviata in formato JPEG (.JPG) con dimensione massima cinque Mbyte.
Nella fotografia non devono comparire persone o altri elementi che facciano individuare l’autore della foto.
E’ consentito l’invio anche da Smartphone.

Art. 5 – CONDIZIONI FONDAMENTALI PER L’AMMISSIONE DELLE OPERE

Con l’invio delle fotografie alla mail: concorsi.ass.agir@gmail.com si considera automatica l’iscrizione al concorso ed ogni autore dichiara:
a) che le fotografie sono di sua proprietà
b) che le fotografie sono originali e inedite
c) di possedere tutti i diritti sugli originali, sulle acquisizioni digitali e sulle elaborazioni delle fotografie inviate
d) di essere personalmente responsabile dei contenuti delle opere presentate sollevando gli organizzatori da ogni responsabilità
e) di conservare la titolarità delle opere inviate, ma di cedere i diritti d’uso delle opere alla Ass-Agir;
f) di autorizzare la Ass-Agir a pubblicare le fotografie sul sito internet dell'Associazione.

Art. 6 – CAUSE DI INAMMISSIBILITÀ ALLA PARTECIPAZIONE

Saranno escluse dal concorso:
a) l’invio di foto via mail senza nessun oggetto (vedi art. 3)
b) le iscrizioni pervenute o spedite oltre 15 novembre 2016.
c) le iscrizioni presentate da parte di soggetti che non possiedano i requisiti indicati all'art.2 d) le fotografie che non possiedano i requisiti indicati all’Art. 4 e Art. 5.
e) le foto non inerenti il tema
f) le ulteriori foto inviate dal partecipante che ha gia’ inviato un’opera, salvo specifica richiesta di sostituzione.

Art. 7 – SCADENZE E MODALITÀ DI TRASMISSIONE

Le opere dovranno pervenire via mail entro e non oltre il 15 Novembre 2016 alla mail concorsi.ass.agir@gmail.com con oggetto della mail: “foto per concorso da “nome cognome”.


Art. 8 – GIURIA, PREMI E CALENDARIO

I lavori presentati saranno giudicati da una giuria, che considererà l’originalità, l’emozione che suscita, la tecnica/bellezza delle opere.
Ogni concorrente accetta con l’invio delle foto, quindi con l’iscrizione al concorso, il giudizio insindacabile ed inappellabile della Giuria.
Verranno premiati gli autori delle prime 3 fotografie classificate.

Primo classificato: Iscrizione gratuita all’associazione per sè o per persona da indicare, e un abbonamento annuale digitale alla rivista “ Gardenia”

Secondo Classificato: Partecipazione gratuita ad 2 seminari o visite culturali, a scelta tra quelli previsti nel anno 2017, nel programma dell'Associazione e un abbonamento annuale digitale alla rivista “Casa in fiore”.

Terzo Classificato: Partecipazione gratuita a 2 seminari ed a 1 visita guidata a scelta tra quelli previsti nel 2017, nel programma dell'Associazione.

La premiazione del Concorso Fotografico avra' luogo il 16 Dicembre ore 18:30 in Via dei Serpenti 35

Eventuali modifiche e dettagli del programma e della premiazione saranno comunicate per tempo ai partecipanti tramite mail. Composizione Giuria:
4 membri del Consiglio Direttivo
3 Docenti Corsi

Art. 9 – INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART. 13 D.LGS 196/2003

Secondo la normativa indicata, il trattamento dei dati sarà improntato ai principi di correttezza, liceità, trasparenza e tutela della riservatezza e dei diritti degli autori. I dati raccolti in sede di iscrizione saranno trattati sia manualmente che con procedure informatiche per l’espletamento del concorso alle condizioni prescritte nel presente regolamento
12/9/16 -



VISITA GUIDATA AL CENTRO SPERIMENTALE DI FRUTTICOLTURA
Mercoledì 4 maggio ore 15.30 - Appuntamento in Via Fioranello, 52

Il Centro di Ricerca per la Frutticoltura nasce a Roma nel 1927, nella campagna romana che oggi fa parte del Parco Regionale dell’Appia Antica. Occupa una superficie. di 66 ettari, 30 dei quali riservati al Centro Nazionale del Germoplasma Frutticolo, per germoplasma frutticolo si intende la collezione di individui specie/varietà con particolari caratteristiche genetiche.
Il Centro si occupa di Genetica e Biologia Molecolare, valorizzazione e caratterizzazione delle specie da frutto, con attività prevalenti nel settore del miglioramento genetico (ha prodotto più di 160 nuove varietà); propagazione; tecniche colturali; difesa e post-raccolta, con particolare riferimento alla sostenibilità, alla qualità e resistenza agli stress biotici e abiotici delle produzioni in campo.
I laboratori effettuano analisi chimiche e pomologiche, coltura in vitro, studio dei parassiti e dei patogeni della frutta e delle piante con applicazione di nuove tecniche, applicano tecniche all’avanguardia per ottenimento di varietà migliori.
Il Centro ogni anno tiene due mostre pomologiche, una in estate ed una in autunno, per la divulgazione delle conoscenza acquisite e la diffusone delle varietà più adatte alle situazioni colturali.
2/5/16 -



VISITA GUIDATA AL ROSETO DI ROMA IN FIORE
guiderà l’Agrotecnico Antonello Santelli, responsabile del Roseto

VENERDÌ 6 MAGGIO ORE 14,00

Appuntamento al Roseto: se si lascia l’auto in Via Santa Sabina percorrere a piedi (200 metri) Clivio dei Publicii, se si vuole arrivare in auto da Viale Aventino girare a Piazza Albania e prendere Via di Santa Prisca. Con i mezzi: Bus: linee 81, 628, 715 , Metro B "Circo Massimo"

La visita è gratuita solo prenotandosi tramite info@ass-agir.it br> Il Roseto di Roma Capitale:
E’primavera e , come accade ormai ogni anno, uno degli appuntamenti più attesi è quello della riapertura del Roseto di Roma per ammirare la fioritura delle rose.
Il Roseto ospita circa 1.100 varietà di rose botaniche, antiche e moderne. Gli esemplari coltivati provengono un po' da tutto il mondo: dall'Estremo Oriente sino al Sud Africa, dalla Vecchia Europa sino alla Nuova Zelanda, passando per le Americhe. Sono presenti specie primordiali, "rose botaniche", che risalgono a 40 milioni di anni fa, molto pregiate e poco conosciute, dimorate insieme alle "rose antiche", tutte di grande originalità e bellezza.
30/4/16 -



PASSEGGIATA PER IL RICONOSCIMENTO DELLE ERBE SPONTANEE COMMESTIBILI
guidata dal nostro docente Franco De Santis.

Sabato 7 Maggio ore 9,30 – Appuntamento in Piazza S. Lorenzo,12 (Palazzo Ghigi) Formello

Soci e famigl. € 5,00; Altri € 10,00 (con tessera Fitel 2016 € 10,00)

Per coloro che volessero rimanere per il pranzo a Formello è stato contattato uno dei ristorantini della cerchia di Formello medievale che è specializzato in piatti della tradizione locale e che pratica ottimi prezzi (€ 20,00).
Prenotarsi al più presto per essere sicuri di poter avere un posto a tavola.

Percorrendo l’antica via Francigena che per tutto il medio evo veniva utilizzata dai pellegrini cristiani che dalla Francia e dai paesi nordici raggiungevano Roma per pregare sulle tombe di S. Pietro e di S. Paolo.

La passeggiata inizierà dal Borgo medievale di Formello, precisamente, dalla piazzetta davanti all’antico palazzo Chigi, dopo aver parcheggiato le automobili in uno dei parcheggi prospicienti il Palazzo. Si raccomanda la puntualità, perché il percorso, molto bello e suggestivo, ci impegnerà per circa tre ore. Si suggerisce di calzare scarpe comode e di unirsi in pool per il viaggio in auto.
29/4/16 -



VISITA GUIDATA ALLA CHIESA DELLA SS. TRINITA’ DEI MONTI
con la guida della docente dott.ssa Carla Benocci

Venerdì 22 Aprile 2016 ore 16.30

Appuntamento: davanti alla scalinata di P.za di Spagna
Soci e famigl. € 5,00; Altri € 10,00 (con tessera Fitel 2016 € 10,00)
Si prega gli interessati di prenotarsi entro lunedì 18/4 tramite info@ass-agir.it

Notizie storico-aristiche:
La chiesa della SS Trinità dei Monti è un luogo di culto cattolico di Roma, nel rione Campo Marzio, prospiciente la celebre scalinata di piazza di Spagna. La chiesa è officiata anche in francese dalle Fraternità monastiche di Gerusalemme, è una delle 5 chiese cattoliche francofone di Roma, insieme con San Luigi dei Francesi, San Nicola dei Lorenesi, Sant’Ivo dei Bretoni e Santi Claudio e Andrea dei Borgognoni, ed è un edificio di proprietà della Repubblica Francese. Venne iniziata nel 1502 da Luigi XII, in forme gotiche, ingrandita a metà secolo con un corpo voltato a botte e consacrata nel 1585 sotto Sisto V. La caratteristica facciata con i due campanili ai lati fu realizzata su progetto di Giacomo della Porta e Carlo Maderno. L’adiacente convento conserva nel refettorio una splendida Galleria prospettica affrescata da Andrea Pozzo. Nel chiostro ci sono affreschi del Cavalier d’Arpino e di Pomarancio.

Ass-Agir
13/4/16 -


Gita con visite guidate al Castello di Fumone (FR), al Museo delle erbe di Collepardo e alla Certosa di Trisulti
SABATO 9 APRILE 2016

L’importo, di € 50,00 per i soci e i loro familiari con tessera FITEL, e di € 60,00 per i simpatizzanti più € 10,00 per la tessera FITEL per coloro che ne fossero sprovvisti, è comprensivo di tutto: viaggio in pullman GT, pranzo in ristorante tipico, ingressi e visite guidate locali. Saremo accompagnati dalla nostra Presidente onoraria, illustre storico dell’arte, dott.ssa Carla Benocci.

Prenotazione obbligatoria a info@ass-agir.it o per telefono a 3282130904 entro il 25 MARZO

Minimo di partecipanti 35.

I pagamenti si possono effettuare tramite bollettino postale, bonifico o in contanti.

Dati per il versamento:
Associazione "AMICI DEI GIARDINI ROMANI" oppure Ass-Agir
- bollettino postale n° c.c.99529786;
bonifico IBAN IT44D0760103200000099529786;
in contanti i martedì nei giorni di lezione dei corsi dalle 16,00 alle 19,00 in Via dei Serpenti, 35 Roma
Inserire la causale dell'evento aggiungendo Cognome e Nome (se possibile confermare con una mail).

Alcuni cenni storici sul Castello di Fumone.
Sin dagli albori, Fumone fu importante vedetta e luogo di comunicazione. L’altura di c. 800 m ove è collocato Fumone ha una posizione di straordinaria importanza strategica, di dominio sull’intera valle del Sacco e della strada che collegava Roma a Napoli, la via Latina.
Il nome di Fumone nasce dall’antica funzione di comunicazione effettuata con segnali di fumo, che annunciavano le invasioni di nemici provenienti da sud e diretti a Roma.
Nel 1121 il Castello di Fumone fu luogo di prigionia e morte di Maurizio Bordino antipapa (con il nome di Gregorio VIII) che, anteposto dall’Imperatore Enrico V ai papi Pasquale II e Gelasio II, finalmente dopo sette anni venne sconfitto a Sutri e condotto in catene a Fumone da papa Callisto II. Il corpo dell’antipapa fu sepolto nel castello e non venne mai più ritrovato.
Ma l’episodio più importante avvenuto nel castello di Fumone, motivo per cui il nome della rocca è inserito in tutti i libri di storia, si verificò nel 1295 quando vi fu rinchiuso il santo Papa Celestino V, che vi morì dopo una dura prigionia.
Celestino V (l’eremita Pietro da Morrone) fu eletto papa dopo 30 mesi di conclavi andati a vuoto. Il suo nome fu scelto per via della santa vita, per la fama di cui godeva come dispensatore di miracoli e, soprattutto, per ragioni politiche, vista l’impossibilità per le famiglie cardinalizie dominanti, i Colonna e gli Orsini, di trovare un accordo. Ma la scelta dei cardinali di puntare su di lui si rivelò un errore.
Celestino V, apparentemente un ingenuo facilmente manipolabile, agì senza tenere in nessun conto gli interessi dei suoi elettori e compì una serie di azioni (spostò la sede del papato da Roma a Napoli, creò 10 nuovi cardinali dimezzando così il potere di quelli già esistenti, tolse dall’abbazia di Montecassino i monaci Benedettini sostituendoli con i Celestini) che gli procurarono l’avversione della Curia di Roma. Il pontificato di Celestino durò pochi mesi: il suo animo puro entrò presto in contrasto di coscienza con le decisioni politiche che spesso dovevano essere fatte nell’interesse della Chiesa, e dopo un tormentoso travaglio Celestino V rinunciò alla tiara abdicando. Al suo posto venne eletto papa Bonifacio VIII. Il nuovo pontefice si rese presto conto della illegittimità della sua elezione (Celestino V rimane l’unico papa ad aver abdicato) e decise di recluderlo in una prigione pontificia di massima sicurezza. Fu così che il sant’uomo venne rinchiuso nel Castello di Fumone, allora dei Caetani, e vi morì il 19 maggio del 1296; nel momento della sua morte sembra sia apparsa l’immagine di una croce splendente.


Il trasferimento al Castello di Fumone, al Museo delle Erbe di Collepardo e alla Certosa di Trisulti e ritorno a Roma verrà effettuato secondo l’itinerario e i tempi riportati di seguito.

PROGRAMMA

Appuntamento ore 7.45, partenza ore 7.50 - Ia fermata pullman: Viale Colli Portuensi, angolo via di Monteverde (dopo fermata bus) direzione EUR,

Appuntamento ore 8.00, partenza ore 8.05 - IIa fermata pullman: EUR, Piazza Marconi (Obelisco), direzione G.R.A. Arrivo a Fumone previsto verso le ore 10.00 circa

Ore 10.00-11.00 Visita al Castello (www.castellodifumone.it), ove è presente un giardino pensile considerato il più alto in Europa.

Ore 11.00 partenza per Collepardo e arrivo lì alle ore 11.15, davanti alla famosa liquoreria-erboristeria Sarandrea (www.sarandrea.it)

Ore 11.15-11.40 possibilità di acquistare i prelibati liquori (sambuca ecc.) e/o efficaci prodotti erboristici
Ore 11.45-12.30 Visita al “Museo delle erbe” (officinali)
Ore 13.00-15.00 Ricco pranzo nel ristorante “Da Vittorio”
Ore 15.10 partenza per la Certosa di Trisulti, arrivo in circa 15’
15.30-16.30 Visita alla Certosa (https://it.wikipedia.org/wiki/Certosa_di_Trisulti)

Ore 16.30 partenza per Roma. Piccole sorprese sul pullman Rientro a Roma circa 18.30

MENU’

Tipico antipasto di montagna (prosciutto stagionato, salumi, formaggio pecorino locale, ricottina, fritture, verdure grigliate)
2 Primi Fettuccine al sugo ciociaro + Gnocchi all'ernica (porcini, guanciale, pachino)
Arrosto misto o Bocconcini di scottona alle erbe
Patate e Insalata
Dolci tipici della casa
Acqua, Vino, Caffè

Potendo scegliere il secondo nella prenotazione specificare se Arrosto misto o Bocconcini di scottona alle erbe.

Nel caso di problemi alimentari specificare la soluzione
18/3/16 -



ALL'ARIA APERTA NEL GIARDINO DELLA VALLE DEI CASALI
a cura di
“Forumambientalista”
“Consorzio Campagna Romana”
“Associazione Amici dei Giardini Romani”

SABATO 12 MARZO 2016

Presso il “Giardino dei Frutti Perduti” in Via dei Martuzzi (vedere piantina in calce).

...per stare insieme e conoscere un Giardino di frutti e sapori dimenticati nel tempo

Programma

ore 9,30-13
lezione di potature ed innesti a cura dell'Associazione Amici dei Giardini Romani con la docenza dell’Agrotecnico Renato Pavia.
Costo della lezione: Soci e famigliari: € 10,00: Altri: € 15,00

ore 11,00
animazione ambientale per i più piccoli

ore 13,00
momento conviviale sul prato con Salsicce di produzione da agricoltura biologica e buon vino (sottoscrizione contributo libero)

ore 14,30
visita guidata al Giardino dei Frutti Perduti (fino alle 16) ...e conoscenza del mondo delle aree protette romane ed in particolare della Valle dei Casali.

IN CASO DI PIOGGIA L’EVENTO SI RIPETERA’ SABATO 19 MARZO
3/3/16 -


L’ASSOCIAZIONE “AMICI DEI GIARDINI ROMANI” (ASS-AGIR)
ORGANIZZA IL CORSO

MALATTIE E DIFESA DELLE PIANTE ORNAMENTALI
(10 Lezioni, 1 Seminario, 1 lezione pratica in campo)

Docente: Dott. Gianfranco Rossi, Aula FITEL , Via dei Serpenti 35 Roma - Inizio corso: 23 febbraio 2016
Termine corso: 17 maggio 2016 - Lezioni settimanali di 90 min. dalle 16,00 alle 17,30 - Giorno: martedì

PROGRAMMA:
23 febbraio - LEZ. 1 Quadro della Sistematica dei Funghi – Batteri – Virus – Funghi.
1 marzo - LEZ. 2 Lotta biologica contro i parassiti – Problemi generali delle piante in città.
8 marzo - LEZ. 3 Danni da funghi sugli alberi – Carie e cancri
12 marzo - LEZIONE IN CAMPO DI POTATURA DEI FRUTTIFERI – (Renato Pavia)
(NB FACOLTATIVA, A PAGAMENTO, presso il Giardino dei Frutti Perduti, Via dei Martuzzi,Roma-Portuense)
15 marzo - LEZ. 4 Lotta chimica contro i funghi parassiti - Batteriosi - Marciumi pedali - Peronospora
5 aprile - 1° Seminario Coltivazione delle orchidee, malattie delle piante epifite ( Ugo Laneri)
12 aprile - LEZ. 5 Sclerotinia e Muffa grigia – Mal Bianco od Oidio – Carboni e Ruggini
19 aprile - LEZ. 6 Maculature e deformazioni fogliari - Tracheomicosi, Fusariosi, Verticilliosi
26 aprile - LEZ. 7 Lotta chimica contro gli insetti parassiti - Lepidotteri.
3 maggio - LEZ. 8 Coleotteri – Emitteri
10 maggio - LEZ. 9 Ditteri – Imenotteri – Ortotteri.
17 maggio - LEZ. 10 Acari – Molluschi – Nematodi. Test riepilogativo finale, Consegna attestati.

Docenti:

Gianfranco Rossi,
Biologo, funzionario direttivo nel Servizio Giardini del Comune di Roma. Docente dagli anni ’80 dei Corsi Pubblici di Giardinaggio organizzati dal Comune Di Roma.

Ugo Laneri
Biologo, Ricercatore Enea, Esperto di erbe spontanee commestibili e nella coltivazione di orchidee

Renato Pavia
Agrotecnico, specialista in tecniche di coltivazione, potatura, moltiplicazione e difesa delle piante da frutto e ornamentali

Numero minimo di partecipanti: 15

COSTI:
Corso: € 120,00 comprensivo di una dispensa a colori sugli argomenti trattatati nelle 10 lezioni del corso;

Iscrizione all'Associazione Ass-Agir 2016: € 35,00;

Iscrizione alla Fitel-Lazio 2016: € 10,00 (obbligatoria) copertura assicurativa infortunistica e di responsabilità civile contro terzi durante il periodo di attività che consente anche ai famigliari di partecipare a pieno titolo alle attività senza doversi iscrivere all'Ass-Agir.

MODALITA’ DI PAGAMENTO:
Può essere effettuato in un'unica soluzione o con un acconto di € 80,00 e saldo entro il 16 febbraio 2016 tramite:
- bollettino postale n° CC 99529786 intestato a “Amici dei Giardini Romani” o Ass-Agir
- bonifico bancario IBAN IT44D0760103200000099529786 intestato a “Amici dei Giardini Romani” o Ass-Agir

- ogni martedì nel giorno delle lezioni dalle 16,00 alle 19,00 in Via dei Serpenti, 35 Roma
Causale: Iscrizione corso Malattie e difesa delle piante ornamentali. (+ nome e cognome)
Coloro che si iscrivono sono pregati di comunicare un loro recapito telefonico o inviare una mail

Per informazioni rivolgersi a:
Ass-Agir Tel. 065515007 cell. 3282130904
e-mail: info@ass-agir.it sito: www.ass-agir.it
18/1/16 -


L’ASSOCIAZIONE “AMICI DEI GIARDINI ROMANI” (ASS-AGIR)
ORGANIZZA

“10 Seminari“

Presso aula Fitel-Lazio, Via dei Serpenti, 35 -Roma
Inizio: 23 febbraio 2016
Seminari settimanali dalle 17,30 alle 19,00 - Giorno: martedì

PROGRAMMA:

23 febbraio 2016 – Seminario 1: Coltivazione e utilizzo di piante erbacee perenni (Vincenzo Nardi)
01 marzo 2016 – Seminario 2: Coltivazione di Ortensie (Mauro Di Sortei)
08 marzo 2016 – Seminario 3: Coltivazione di piante succulente (“grasse”) (Gaetano Palisano)
15 marzo 2016 – Seminario 4: Coltura e cultura degli agrumi (Giuseppe Messina)
05 aprile 2016 – Seminario 5: Agricoltura e orto sinergici (Anna Fanton)
12 aprile 2016 – Seminario 6: Giardini sostenibili con piante mediterranee (Elisa Resegotti)
19 aprile 2016 – Seminario 7 Erbe spontanee per usi alimentari (Franco De Santis)
26 aprile 2016 – Seminario 8: Il compostaggio (Susanna Panicucci)
03 maggio 2016 – Seminario 9: Utilizzo di erbe spontanee per il giardino (Elisa Resegotti)
10 maggio 2016 – Seminario 10: Introduzione ai funghi (commestibili e non) (Ugo Laneri)

Modalità di partecipazione: Termine iscrizione 16 febbraio.
Vengono privilegiati i “pacchetti” di 5 e 10 seminari, secondo il seguente prospetto:


SOCI ASS-AGIR
N° 1 SEMINARIO COSTO € 10,00
N° 5 SEMINARI COSTO € 40,00
N° 10 SEMINARI COSTO € 70,00
20 (PRESENZE*) COSTO € 130

SOCI SOLO FITEL
N° 1 SEMINARIO COSTO € 15,00
N° 5 SEMINARI COSTO € 60,00
N° 10 SEMINARI COSTO € 100,00
20 (PRESENZE*) COSTO € 180

Iscrizione Ass-Agir + Fitel (assicurazione) € 45,00; Iscrizione Fitel (assicurazione) € 10,00

Tutti i seminari al di fuori dei pacchetti costano 10 € ciascuno per i soci Ass-Agir, 15 € per i soci solo FITEL.

*Per “presenze” si pensa a gruppi famigliari.


Il giorno 9 febbraio alle ore 17.30 circa ci sarà la presentazione delle attività del I semestre 2016 in Via dei Serpenti 35 e chi non si fosse iscritto, potrà farlo lì.

MODALITA’ DI PAGAMENTO:
I pagamenti si possono effettuare tramite bollettino postale o bonifico.

Dati per il versamento:
Associazione "AMICI DEI GIARDINI ROMANI" oppure Ass-Agir
- bollettino postale n° c.c.99529786;
- bonifico IBAN IT44D0760103200000099529786;
Inserire la causale dell'evento aggiungendo Cognome e Nome e quale tipologia (es.Seminari 10), se possibile confermare con una mail.

ASS-AGIR
17/1/16 -


TESSERAMENTO ALL'ASSOCIAZIONE "AMICI DEI GIARDINI ROMANI" ANNO 2016
L’Associazione (senza scopo di lucro), giunta al settimo anno di attività comunica che sono aperte le iscrizioni per l’anno 2016.

Il costo delle tessere per l’associazione Ass-Agir e Fitel-Lazio (assicurazione) è di € 45,00 annuo.

La tessera Ass- Agir 2016 iscrivendo un solo componente della famiglia consente, ai famigliari (coniuge, figli ecc…) di partecipare con le stesse modalità del socio iscritto agli eventi organizzati dall’associazione (corsi, visite guidate di ville e giardini, passeggiate botaniche, gite, seminari, lezioni pratiche in campo ecc..).

L’Associazione ha un sito interattivo, www.ass-agir.it dove troverete le informazioni sugli eventi e poter porre quesiti di botanica tramite il menu “L’esperto risponde”.
Per potervi accedere digitare:
Username. agir
Password: giardini

I pagamenti si possono effettuare tramite bollettino postale o bonifico.

Dati per il versamento:
Associazione "AMICI DEI GIARDINI ROMANI" oppure Ass-Agir
- bollettino postale n° c.c.99529786;
- bonifico IBAN IT44D0760103200000099529786;
Inserire la causale dell'evento aggiungendo Cognome e Nome (se possibile confermare con una mail).
- in contanti i martedì nei giorni di lezione dei corsi dalle 16,00 alle 19,00 in Via dei Serpenti, 35 Roma

Divulgate le attività dell’associazione, a parenti, amici, colleghi e conoscenti; più iscritti più eventi si possono organizzare.

Il Presidente ASS-AGIR
Ugo Laneri"
16/1/16 -



Visita guidata alla Biblioteca della Camera dei Deputati
(guida: dott.ssa Carla Benocci)

Sabato 19 dicembre ore 11.00 - Appuntamento in Via del Seminario 76, all'ingresso della biblioteca.

Soci e famigliari: € 5,00; Altri: € 10,00 e iscrizione tessera Fitel 2016 (assicurazione) € 10,00

Prenotazione obbligatoria impegnativa, dovendo ordinare gli auricolari per ogni partecipante alla visita (costo : € 2,00 a persona).

Nel caso di prenotazione di più persone indicare nome, cognome se famigliare o altro.

Inviare una mail a info@ass-agir.it

Il percorso della visita comprende le sale storiche della Biblioteca della Camera (tra le quali la Sala del Refettorio, le Sale dell'Inquisizione, le Sale Galileo, la Sala Colombo e la Sala delle Capriate) ed il quattrocentesco Chiostro della Cisterna; la Biblioteca del Senato; il chiostro e la sacrestia del Convento di S. Maria sopra Minerva, il Salone Monumentale della Biblioteca Casanatense. Si tratta di un complesso molto bello, essendo il convento dove si è svolto il processo a Galileo e luogo di grande fascino. I locali da visitare non sono aperti al pubblico, questa visita è stata concessa alla nostra Associazione per gli uffici personali della nostra Presidente Onoraria Carla Benocci.

E’accettabile un numero di 30 persone al massimo. I nominativi dei partecipanti dovranno essere inviati alla Camera dei Deputati prima della data della visita. All’ingresso si dovranno esibire i documenti di identità. Per tali motivi è indispensabile prenotarsi per tempo.
Se la visita sarà breve si farà anche in tempo per una passeggiata nella zona, tra monumenti e mercatini natalizi.


Ass-Agir
7/12/15 -



VISITA GUIDATA A VILLA LUBIN
Venerdì 30.10.2015, ore 15.00, ingresso e visita gratuiti
Guiderà la visita la dott.sa Carla Benocci

Appuntamento alle ore 15,00 in punto presso l’ingresso di Villa Borghese di piazzale Flaminio a pochi passi dalla fermata della Metro Flaminio e dal capolinea del Tram n. 2.- Poi a piedi verso il viale David Lubin, come indicato nella piantina.

Alcuni cenni storici sulla villa LUBIN:
Questa villa, iniziata nel 1906 ed inaugurata nel 1908, ampliata nel 1934 con la costruzione del vicino edificio ad uso di biblioteca, restaurata nel 1959 al momento della sua assegnazione al CNEL, conserva una coerenza unitaria frutto soprattutto della omogeneità culturale di quanti vi lavorarono.
L'ideatore principale fu l'architetto Pompeo Passerini, ma la connotazione più caratteristica dell'edificio deriva dalla stretta relazione intercorrente tra il lavoro dell'architetto e quello dei avevano collaborato in quegli anni nella costruzione del Monumento a Vittorio Emanuele II.
La scelta dell'architetto si rivelò particolarmente felice: Passerini, progettista dei palazzi Avogadro e Baggio-Villa in Corso Vittorio a Roma, maturato grazie alle esperienze accanto a Sacconi nella costruzione del Vittoriano, elaborò un edificio relativamente semplice nella articolazione, alleggerito da poche e contenute scansioni volumetriche, compatto ma non pesante.
Il palazzo è infatti composto da un corpo centrale principale rivestito di travertino nella zona inferiore e nei pilastri terminali, fiancheggiato da due ali leggermente arretrate con zoccolatura e pilastri d'angolo pure in travertino. La parte centrale, più ricca di ornati, è caratterizzata da un portico a tre fornici sorretti da colonne binate di pietra colorata, un motivo ripreso dalle logge aperte al primo piano delle due facciate laterali ad alleggerire la massa muraria


Si chiede di prenotare al più presto inviando una mail al seguente indirizzo: u.andreozzi@ass-agir.com

Per ulteriori informazioni telefonare al n. 06 39737945 dalle 13.00 alle 14.00 dei gg feriali.
22/10/15 -


“CORSO TEORICO-PRATICO DI POTATURA E GIARDINAGGIO”
10 lezioni, 1 seminario, 1 lezione pratica in campo + 1 facoltativa)

Docente : Agrotecnico Renato Pavia – presso Fitel Via dei Serpenti, 35 – Roma
Inizio Corso: 27 ottobre 2015 - Termine Corso: 2 febbraio 2016
Lezioni settimanali dalle 16,00 alle 17,30 - Giorno : martedì

PROGRAMMA
27 ottobre 2015 - Lez 1 Il terreno e la nutrizione delle piante.

03 novembre 2015 -.Lez. 2 Potatura delle piante da frutto e ornamentali

10 novembre 2015 - Lez. 3 Potatura di allevamento delle piante da frutto e dell’olivo

17 novembre 2015 - Lez. 4 Potatura di produzione delle piante da frutto e dell’olivo

24 novembre 2015 - Lez. 5 Riproduzione e moltiplicazione delle piante ornamentali e da frutto

01 dicembre 2015Lez. 6 Laboratorio sugli innesti delle piante da frutto e ornamentali con ampie dimostrazioni delle tecniche di esecuzione.

15 dicembre 2015 - Lez. 7 Coltivazione dell’orto famigliare e frutteto in terrazzo e in giardino.

12 gennaio 2016 - Seminario Erbe spontanee per usi alimentari: raccolta , conservazione e coltivazione (Franco De Santis)

19 gennaio 2016 - Lez. 8 Malattie delle piante e difesa.

26 gennaio 2016 - Lez. 9 Potatura verde (estiva) delle piante da frutto e ornamentali

02 febbraio 2016 - Lez.10 Sommario e riepilogo delle lezioni svolte. Consegna attestato di partecipazione al corso.

febbraio 2016 - 1a Lezione pratica in campo - (Antonello Santelli)
Potatura rose presso il Roseto di Roma (data da precisare, inviata richiesta di autorizzazione).

Febbraio/marzo 2016 2a Lezione pratica in campo SABATO (EXTRA) (Renato Pavia)
Pratica di potatura e innesti (lezione facoltativa con pagamento a parte) presso Il Giardino dei Frutti Perduti, Via dei Martuzzi (zona Portuense, Roma)

DOCENTI:
Agrotecnico Renato Pavia, specialista in tecniche di coltivazione, potatura, moltiplicazione e difesa delle piante da frutto e ornamentali.

Dott. Franco De Santis, esperto di erbe spontanee commestibili.

Perito agrario e giardiniere vivaista Antonello Santelli, storico giardiniere del Roseto di Roma, esperto di rose e della loro cura

Numero minimo di partecipanti: 20

COSTO DEL CORSO:
• € 120,00 compresa una dispensa a colori.
• € 55,00 per iscrizione a Ass-Agir e Fitel-Lazio 2015-2016;
l’iscrizione alla Fitel dà luogo alla copertura assicurativa infortunistica e di responsabilità civile contro terzi nei periodi di attività associativa.

La tessera Ass-Agir 2016 iscrivendo un solo componente della famiglia consente, ai famigliari (coniuge, figli ecc…) di partecipare con le stesse modalità del socio iscritto agli eventi organizzati dall’associazione (corsi, visite guidate di ville e giardini, passeggiate botaniche, gite, seminari, lezioni pratiche in campo ecc).

MODALITA' DI PAGAMENTO
Può essere effettuato in un'unica soluzione o con un acconto di € 80,00 e saldo il giorno della 1a lezione.

I pagamenti si possono effettuare tramite bollettino postale o bonifico.

Dati per il versamento:
Associazione "AMICI DEI GIARDINI ROMANI" oppure Ass-Agir
- bollettino postale n° c.c.99529786;
- bonifico IBAN IT44D0760103200000099529786;

Inserire la causale dell'evento aggiungendo Cognome e Nome (se possibile confermare con una mail).

Per informazioni rivolgersi a:
segreteria: f.gennari@ass-agir.it; presidenza: u.laneri@ass-agir.it cell. 3282130904 vice-presidenza: info@ass-agir.it
Sito www.ass-agir.it

Ass-Agir
1/10/15 -


“CORSO DI BOTANICA E GIARDINAGGIO DI BASE”
(9 Lezioni, 2 Seminari, 1 lezione pratica in campo)

Docente: Dott.Gianfranco Rossi. Presso Fitel, Via dei Serpenti, 35 -Roma
Inizio Corso : 27 ottobre 2015 Termine Corso: 2 febbraio 2016
Lezioni settimanali dalle 17,30 alle 19,00 - Giorno: martedì

PROGRAMMA:

27 ottobre 2015 - LEZ.1 Classificazione e nomenclatura delle piante: vita delle piante – classificazione dei vegetali nomenclatura delle piante – schema evolutivo dei vegetali

03 novembre 2015 - LEZ.2 La radice: funzioni – struttura esterna – assorbimento delle soluzioni dal suolo

10 novembre 2015 - 1° Seminario: Le specie di Lavanda e la loro coltivazione in vaso e in giardino (Andrea Lezzi)

17 novembre 2015 - LEZ.3 Terreno 1: terreno – terricci – terricciati

24 novembre 2015 - LEZ.4 Concimi: I concimi

01 dicembre2015 - LEZ.5 Il Fusto: funzioni – struttura esterna – struttura interna – trasporto della linfa nei vasi

15 dicembre 2015 - 2° Seminario: Aspetti salutistici del consumo del vino. Produzione dei distillati(Simonetta Moretti)

12 gennaio 2016 - LEZ.6 La foglia : funzioni – struttura esterna – struttura interna – traspirazione – fotosintesi clorofilliana – respirazione delle piante

19 gennaio 2016 - LEZ.7 Il Fiore: funzioni - caratteri della sessualità – infiorescenze – impollinazione e fecondazione – seme

26 gennaio 2016 - LEZ.8 Il Frutto: funzioni – parti e struttura – classificazione dei frutti – pseudofrutti delle conifere - disseminazione

02 febbraio 2016 - LEZ.9 Sommario e riepilogo delle lezioni precedenti.
Consegna attestato di partecipazione al corso

febbraio 2016 - 1a Lezione pratica in campo - Potatura rose presso il Roseto di Roma (Antonello Santelli) data da precisare, inviata richiesta di autorizzazione.

DOCENTI
Dott. Gianfranco Rossi, esperto di giardinaggio e già docente ai corsi del Comune di Roma

Dott. Andrea Lezzi, esperto del genere Lavandula

Dott. Simonetta Moretti, già ricercatrice del Centro di Ricerca per l’Enologia di Velletri, esperta di analisi sensoriali

Perito agrario e giardiniere vivaista Antonello Santelli, storico giardiniere del Roseto di Roma, esperto di rose e della loro cura

Numero minimo di partecipanti: 20

COSTO DEL CORSO:
• € 120,00 compresa una dispensa a colori.
• € 55,00 per iscrizione a Ass-Agir e Fitel-Lazio 2015-2016;

l’iscrizione alla Fitel dà luogo alla copertura assicurativa infortunistica e di responsabilità civile contro terzi nei periodi di attività associativa.

La tessera Ass-Agir 2016 iscrivendo un solo componente della famiglia consente, ai famigliari (coniuge, figli ecc…) di partecipare con le stesse modalità del socio iscritto agli eventi organizzati dall’associazione (corsi, visite guidate di ville e giardini, passeggiate botaniche, gite, seminari, lezioni pratiche in campo ecc).

MODALITA' DI PAGAMENTO:
Può essere effettuato in un'unica soluzione o con un acconto di € 80,00 e saldo il giorno della 1a lezione.

I pagamenti si possono effettuare tramite bollettino postale o bonifico.

DATI PER IL VERSAMENTO:
Associazione "AMICI DEI GIARDINI ROMANI" oppure Ass-Agir
- bollettino postale n° c.c.99529786;
- bonifico IBAN IT44D0760103200000099529786;

Inserire la causale dell'evento aggiungendo Cognome e Nome (se possibile confermare con una mail).

Per informazioni rivolgersi a:
segreteria: f.gennari@ass-agir.it; presidenza: u.laneri@ass-agir.it cell. 3282130904 vice-presidenza: info@ass-agir.it

Sito www.ass-agir.it

Ass-Agir
30/9/15 -


VISITA GUIDATA ALLA CHIESA DI S. MARIA DEL POPOLO
L’ingresso a Roma della Regina Cristina di Svezia nel 1656:
Porta del Popolo e la chiesa di S. Maria del Popolo

Giovedì 12 Febbraio ore 15,45

Appuntamento: ingresso della Chiesa (Piazza del Popolo) alle 15,45

Guida: Dott.ssa Carla Benocci

La Chiesa di Santa Maria del Popolo vede origine nell’anno 1099, secondo una storia colorita di aspetti leggendari che viene narrata dai bassorilievi posti sull’arco sovrastante l’altare. Dove ora sorge la Chiesa, infatti, affondava le radici un albero di pioppo (in latino Populus) cresciuto proprio sopra la tomba dell’imperatore Nerone, che perseguitò i cristiani a cominciare da San Pietro. Il “popolo” temeva la zona considerandola infestata da spiriti demoniaci evocati dallo scheletro di Nerone, e desiderava che un luogo di culto esorcizzasse la piazza così malfamata.
Papa Pasquale II, in seguito ad una apparizione della Madonna che in sogno gli chiedeva di edificare un tempio in suo onore, taglia l’albero “infestato” da spiriti malefici e costruisce la prima chiesina, dedicata alla Madre di Dio e degli uomini, madonna del popolo.


E’ OBBLIGATORIO PER TUTTI FARE LA TESSERA ASSICURATIVA FITEL2015 (€ 10,00)

Soci e famigliari (con tessera Fitel): € 5,00

Gli altri (con tessera Fitel) : € 10,00

Prenotazioni entro martedì 10 gennaio

Il Presidente Ass- Agir
Gianni Perelli
8/2/15 -



VISITA GUIDATA ALLA CHIESA DI S.PIETRO IN MONTORIO
Si completerà il percorso sacro del Gianicolo visitando la chiesa di S. Pietro in Montorio con le opere del Vasari, le tombe dei toscani e il Tempietto del Bramante sul luogo di martirio di San Pietro.

Giovedì 29 gennaio ore 15.00 ore 14,50

Appuntamento: ingresso della Chiesa (piazza S. Pietro in Montorio n.2)

La Chiesa fu fondata nel medioevo per i monaci Celestini dell'ordine di Celestino V e nel dodicesimo secolo passò ai Benedettini,ed alla fine del quattrocento fu affidata ai frati Francescani da papa Sisto IV. I frati a seguito della definitiva acquisizione e conseguentemente al diffondersi della notizia che la chiesa contenesse la memoria del martirio di S.Pietro provvidero a far abbattere il vecchio edificio per costruirne uno nuovo .La chiesa fu eretta ad opera dei reali di spagna Ferdinando V e Isabella di Castiglia tra il 1481 e il 1500 , ma per la mancanza dei documenti e ricevute dell'epoca l'attribuzione è incerta. La ricostruzione fu affidata sulla base dello stile architettonico a Baccio Pontelli per la pianta interna, e alla scuola di Andrea Bregno per l'elegante facciata rinascimentale a timpano a due ordini sovrapposti, con un rosone gotico centrale ed una scalinata a doppia rampa che si immette nella chiesa, lateralmente si notano i volumi delle cappelle interne.
Al centro del chiostro adiacente alla chiesa si erge il bellissimo tempietto del Bramante, considerato uno dei manufatti maggiormente rappresentativi dell'architettura Italiana del rinascimento. Costruito con pianta centrale con basamento a tre gradini e sedici colonne che sorreggono una loggia e la cupola sovrastante, eretto tra il 1502 e il 1509 da Donato Bramante.

Guida: Dott.ssa Carla Benocci

E’ OBBLIGATORIA PER TUTTI LA TESSERA ASSICURATIVA FITEL

La visita è gratuita per i soci Ass-Agir 2015 e loro famigliari (con tessera Fitel), e chi si iscrive il giorno della visita stessa.

Gli altri (con tessera Fitel) : € 5,00

Prenotazioni entro martedì 27 gennaio tramite telefono (065515007), mail ( info@ass-agir.it ) o martedì 27 gennaio in via dei Serpenti,35 – Roma dalle 16,00 alle 19,00 durante le lezioni dei corsi.

Ass-Agir
25/1/15 -


CORSO DI PROGETTAZIONE DI PICCOLI SPAZI VERDI 2014-2015
(9 Lezioni, 2 Seminari, 1 lezione pratica in campo)

Docente: Garden Design Susanna Panicucci
Aula Fitel – Lazio Via dei Serpenti 35 - Roma
Inizio Corso : 21 ottobre 2014 Termine Corso: 03 febbraio 2015
Lezioni settimanali di 90 min. dalle 17,30 alle 19,00 - Giorno: martedì

PROGRAMMA:

21 ottobre 2014 LEZ. 1 - Il rilievo del giardino - Analisi dell’esposizione- Rappresentazione grafica dello stato di fatto- Analisi del terreno (ph e tessitura) con dimostrazione pratica.

28 ottobre 2014 LEZ. 2 - L’ambiente circostante- Il clima mediterraneo- I fattori climatici- Il microclima.

04 novembre 2014 LEZ. 3 - Analisi delle esigenze - Scegliere una linea guida- Scegliere uno stile ( cosa si intende per stile, analisi di alcuni stili)- Lo schema del progetto

11 novembre 2014 LEZ. 4 - Principali regole del disegno- Guidare e ingannare l’occhio- L’uso delle griglie- Sperimentare con le forme- Soluzioni alternative.

18 novembre 2014 LEZ. 5 - Lavorare con le piante- Disporre le piante- Disegnare una bordura- Selezione di piante per terrazzi e giardini- Il progetto di massima.

02 dicembre 2014 LEZ. 6 - I colori (scelta e accostamento)- Approfondimento su alcune piante.

09 dicembre 2014 - 1° Seminario: Introduzione all’ IKEBANA (l’arte giapponese di disporre i fiori secondo i ritmi e le forme della natura) (Silvana Mattei).

13 gennaio 2015 LEZ. 7 - Lavorare coi materiali- Pavimentazioni- Arredi- Tavolozza dei materiali.

20 gennaio 2015 - 2° Seminario: I miei giardini...e quelli degli altri (Silvana Mattei).

27 gennaio 2015 LEZ. 8 - Gli impianti- Impianto d’irrigazione- Impianto di drenaggio- Impianto d’illuminazione Il piano quotato- La tavola delle specie- Le tavole di dettaglio- Il disegno paesaggistico

03 febbraio 2015 LEZ. 9 - Discussione sui progetti fatti - Riepilogo corso- Domande Consegna attestato di partecipazione al corso.

febbraio 2014 LEZIONE PRATICA IN CAMPO - Potatura rose presso il Roseto di Roma (A.Santelli)
(data da precisare, inviata richiesta di autorizzazione)

Sarà organizzata una visita al giardino dell’ Hotel La locanda del cavaliere di Latina progettato da S. Panicucci dove saranno esposti i criteri che hanno portato alla realizzazione completa del giardino. Pranzo in loco. Pomeriggio visita al museo Museo archeologico Lavinium.
Visita facoltativa con costi da definire.

Docenti:

Susanna Panicucci, Garden Design

Silvana Mattei Garden-Designer, 1° Master scuola Ohara di Ikebana.

Antonello Santelli Agrotecnico, esperto in potature di rose antiche e moderne.

Numero minimo di partecipanti: 15

Costo del corso:
- € 120,00 compresa una dispensa a colori.
- € 55,00 iscrizione a Ass-Agir e Fitel-lazio 2014/2015 , con copertura assicurativa infortunistica e di responsabilità civile contro terzi nei periodi di attività associativa.

L’iscrizione all’associazione consente anche ai famigliari di partecipare con le stesse modalità del socio iscritto agli eventi organizzati dall’associazione (visite guidate di ville e giardini, passeggiate botaniche, gite, seminari, lezioni pratiche in campo ecc.)

Modalità di pagamento :

Può essere effettuato in un'unica soluzione o con un acconto di € 80,00 e saldo entro il 16 ottobre 2014.
Con bollettino postale n° CC 99529786 intestato a “Amici dei Giardini Romani”
Con bonifico bancario IBAN IT44D0760103200000099529786 intestato a “Amici dei Giardini Romani”
Causale: iscrizione Corso di progettazione piccoli spazi verdi. (+ nome e cognome)
Coloro che si iscrivono sono pregati di comunicarci un loro recapito telefonico o inviare una mail.

Per informazioni rivolgersi a:
Ass-Agir Tel. 065515007 cell. 3331453867
e-mail info@ass-agir.it Sito www.ass-agir.it
19/9/14 -


LUCCA E LE SUE VILLE
(18/19 maggio)
Programma:

18 maggio:

Partenza da Roma Eur : Ore 7,10 (vedere sotto luogo e orari fermate pullman)
Arrivo previsto Hotel Capri Lido di Camaiore centro Versilia: Ore 12.00 (breve sosta in autostrada)
Sistemazione nelle camere riservate e pranzo.
Dopo pranzo proseguimento per Lucca, incontro con la guida e visita di questa splendida città circondata da possenti mura.
San Martino, San Michele, Palazzo Cenami, la torre del Guinigi, l’Anfiteatro, Piazza delle Catene, sono alcuni dei siti che fanno di Lucca una delle più belle città italiane.
Tempo libero per una passeggiata in Via Fillungo considerato il salotto della città.
Rientro in hotel per la cena e pernottamento.
Dopo cena possibilità di una passeggiata sul lungomare.

19 maggio:

prima colazione in hotel e partenza per le ville che sorgono nella campagna della Lucchesia.
Incontro con la guida e visita di due ville. La prima è villa Torrigiani uno degli esempi più interessanti di architettura seicentesca presenti in Lucchesia, per le sue forme elaborate ed estrose può considerarsi uno dei rari esempi di barocco che si riscontrano tra le ville.
Vi si accede attraverso un lungo viale di cipressi che inquadra scenograficamente il cancello e la villa, al termine si prosegue per villa Reale. La sorella di Napoleone, Elisa Baciocchi, sovrana di Lucca e in seguito di tutta la Toscana, creò questo grandioso complesso, unendo la vasta Villa Orsetti con le terre circostanti che comprendevano anche un palazzo, residenza estiva, tempi addietro del Vescovo di Lucca. Terminata la visita pranzo in ristorante con specialità locali e al termine possibilità di visitare una terza villa (extra) tra le innumerevoli presenti nel territorio lucchese.

Ore 16,30 Partenza viaggio di ritorno.

Ore 21,00 Orario previsto di arrivo a Roma

Quota di partecipazione: € 165,00 (soci e famigliari) € 175,00 (altri)

Suppl.singola € 20,00 (disponibilità 6 singole)

Obbligatoria per tutti la tessera assicurativa Fitel 2013 costo € 10,00

La quota comprende:

• Sistemazione in hotel Capri tre stelle sup in Versilia;
• Pensione completa in hotel incluse bevande;
• Pranzo in ristorante;
• Visita guidata di Lucca e delle ville (guida locale e Dott.ssa Carla Benocci che sarà con noi per tutto il week end);
• Ingresso alle 2 ville prenotate;
• Pullman andata/ritorno (numero minimo di 30 partecipanti).

Appuntamenti 18 maggio Partenza Pullman da Roma:

Ore 7.00 piazzale Marconi lato direzione centro Roma partenza ore 7,10
Ore 7,10 via Colli Portuensi incrocio via Monteverde direz. Foro italico partenza ore 7,20
Ore 7,20 via Cipro uscita Metro fermata bus oftalmico direz. Foro italico partenza ore 7,30
Ore 7,30 Foro Italico dopo ponte Duca D’Aosta fermata bus direz. Salaria partenza ore 7,40

Puntualità massima!

Modi d’iscrizione

Inviare una preiscrizione impegnativa il più presto possibile e comunque entro il giorno 23 aprile per verificare se si raggiunge il numero minimo di partecipanti.

Precisare nome, cognome dei partecipanti e familiarità con l’iscritto/a, tipologia camera (matr./ 2 letti singoli), fermata pullman scelta.

Le camere singole disponibili verranno assegnate ai primi che inviano la mail di preiscrizione.

Le mail vanno indirizzate a g.perelli@ass-agir.it

Al raggiungimento di 30 partecipanti verrà data immediata comunicazione di conferma dell’effettuazione del viaggio.

Prenotazione finale con saldo costo gita entro martedì 30 Aprile

Modalità di pagamento:

Può essere effettuato in un'unica soluzione in contanti entro il 30 aprile 2013 (presso sede Fitel via dei Serpenti, 35.
Con bollettino postale n° CC 99529786 intestato a “Amici dei Giardini Romani”
Con bonifico bancario IBAN IT44D0760103200000099529786 intestato a “Amici dei Giardini Romani”
Causale : iscrizione visita a Lucca . (+ nome e cognome)

Coloro che si iscrivono sono pregati di comunicare un loro recapito telefonico o inviare una mail
7/4/13 -



  ASS-AGIR.it è un progetto realizzato da Febo Servizi snc