04
Feb

Villa Mondragone e i suoi giardini

VISITA ALLA VILLA E AI GIARDINI con la guida dell’illustre storico dell’arte Prof.ssa Carla Benocci
con AGIR – Associazione Amici dei Giardini Romani

Sabato 16 febbraio ore 15:00
– APPUNTAMENTO: all’ingresso in Via Consalvi 4 (Via Mondragone 4) (tra Frascati e Monte Porzio Catone), alle ore 14,45. ; i partecipanti dovranno raggiungere la destinazione con mezzo proprio.
-Contributo ad ass-agir per Soci ass-agir e famil. e soci AER: € 5,00. Altri: € 10,00; in più bisogna pagare l’ingresso alla Villa: 5,00 € (3,00 € > 65 anni). Si prega di portare soldi spicci.
-Numero massimo di partecipanti: 30
-Prenotarsi tramite la mail u.laneri@ass-agir.it entro il 15 febbraio

BREVI CENNI STORICI: 
Villa Mondragone, la più grande tra le 12 Ville Tuscolane, ha un posizione panoramica proiettata verso Roma. Edificata a partire dal 1573 dal Cardinale Marco Sittico Altemps, Mondragone conosce il periodo di massima espansione tra il Rinascimento e gli inizi del Barocco, grazie al coinvolgimento di famosi architetti come Martino Longhi il Vecchio inizialmente e Jan van Santen – detto il Vasanzio – successivamente.
La Villa assunse il nome di “Mondragone”, con riferimento al drago alato, simbolo araldico dei Boncompagni (casato di Papa Gregorio XIII, grande amico e protettore dell’Altemps), usato diffusamente come elemento decorativo.
Fu residenza estiva dei papi fino al 1626, quando Urbano VIII la spostò a Castel Gandolfo, segnando l’avvio di una progressiva decadenza delle Ville Tuscolane e di Mondragone in particolare.
Dal 1865 al 1953 la Villa conobbe un periodo di rinnovato splendore grazie ai Gesuiti che la utilizzarono come sede per un’importante istituzione educativa: il Nobile Collegio Mondragone.
Nel 1981 la Villa fu ceduta dalla Compagnia di Gesù all’Università degli Studi di Roma Tor Vergata che ne ha fatto la sede di rappresentanza dell’Ateneo e la utilizza per vari eventi.
La Villa presenta molte ampie sale, alcune delle quali riccamente decorate. Tra tutte spicca la maestosa Sala degli Svizzeri, cornice di un evento storico di grande importanza nella Storia dell’Umanità: la Riforma del Calendario Giuliano voluta da Papa Gregorio XIII, che da qui promulgò, nel febbraio del 1582, la celebre Bolla Inter gravissimas …
La Biblioteca, la Sala del Teatro, lo spazio espositivo del Corridore, la Sala Belvedere con la sua magnifica vista, la Foresteria possono anche ospitare eventi prestigiosi. Di notevole fascino, infine, sono gli spazi esterni: lo splendido Giardino della Girandola, il maestoso ed elegante Portico del Vasanzio, il Teatro delle Acque, l’incantevole Giardino Segreto pensile, la suggestiva Corte Interna.

Leave a Reply

You are donating to : Greennature Foundation

How much would you like to donate?
$10 $20 $30
Would you like to make regular donations? I would like to make donation(s)
How many times would you like this to recur? (including this payment) *
Name *
Last Name *
Email *
Phone
Address
Additional Note
paypalstripe
Loading...